RESTAURAZIONE

Vignetta 2018

Mazzini osserva attonito, stupito il divenire della restaurazione contemporanea. Vignetta satirica sul Congresso di Vienna aggiornata. Da sinistra: Francesco II d’Asburgo, Federico Guglielmo III di Prussia, Alessandro I di Russia, Metternich, Ferdinando I delle Due Sicilie, Napoleone e sotto al tavolo Luigi XVIII che parla al ritratto di Luigi XVI. La regina sa che è una gran carnevalata che forse meriterebbe una poesia da parte del giullare di corte.

Chi non può pensare e assumersi in proprio delle responsabilità ha bisogno di un capo e lo invoca.

Mi si accusa spesso di scrivere documenti troppo lunghi; questa volta farò una eccezione perchè l’argomento è sufficientemente chiaro.

Domenica 1 luglio 2018 alle ore 10:00 si sono riuniti a Roma una quarantina di Consiglieri Nazionali del Pri convocati dal Segretario del partito Corrado De Rinaldis Saponaro.

Verso le ore 15:00 dopo una lunga discussione su temi abbastanza rilevanti e di grande interesse, veniva posto in votazione un documento conclusivo già predisposto dai membri dell’ufficio di segreteria, con l’avallo di alcuni consiglieri orwellianamente più uguali degli altri che già conoscevano il documento, a cui veniva allegata una mozione.

Ambedue i documenti non rispecchiavano l’andamento della discussione svoltasi, ragion per cui il sottoscritto ed altri sette consiglieri dichiaravano di astenersi perchè i documenti stessi non rispecchiavano il contenuto della discussione.

Dopo una campagna iniziata surrettiziamente sulle pagine dei forum, invocanti i MESSIA che avevano abbandonato il partito, (Savona, Giannino, Giacalone e così via) o i nuovi (Calenda, Cottarelli ed altri), si chiedeva la riammissione dell’ex segretario Giorgio La Malfa, senza una approfondita valutazione all’interno del partito, dell’opportunità di una tale decisione.

Sono convinto che una tale scelta sia la definitiva dichiarazione di morte del tentativo di rinnovamento e di rilancio del partito ed è paragonabile (si parva licet)  solo alle scelte del Congresso di Vienna, per la restaurazione dello statu quo ante, che Mazzini criticò aspramente.

Mi auguro che l’ex segretario Nucara sia stato prontamente avvertito.

Chi non si adatta al mondo è sempre vicino a trovare se stesso. Chi si adatta al mondo non si trova mai, ma può diventare consigliere nazionale.

nb: le citazioni in grassetto sono di  Hermann Hesse

                                                                              Giuseppe Moesch

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...