RETICENZE O MANCANZA D’ABITUDINE

Sono passati 34 giorni dalla consultazione politica ed ancora manca una analisi compiuta da parte del partito dei risultati elettorali. Ho seguito con attenzione i dialoghi e i pochi dibattiti sui vari siti, forum, gruppi e quant’altro presente sul WEB e tolte alcune considerazioni e scambi di non più di quattro o cinque amici, non ho trovato molto altro.

Ho contato 88 siti riferiti ai Repubblicani, che nella maggior parte dei casi non c’entrano nulla con i valori del partito (I Repubblicani occhialuti), una parte dei quali è stata creata in passato forse aspettando che qualcuno riscattasse il sito; alcuni sono l’espressione della vecchia struttura organizzativa in genere sono caratterizzati da “P.R.I. – Repubblicani del” seguita dal nome della regione. Una parte è formata dalla presenza di un solo membro, ma quelli più noti sono caratterizzati dalla presenza di membri sempre uguali che ripetono i loro post più volte per essere certi che i loro messaggi siano recepiti da tutti. Il problema reale è che i post, tolte alcune escursioni culturali dalla rivoluzione francese alla storia della cooperazione o altri ricordi del passato, sono chiacchiere da cortile, che bene possono allignare sui siti personali da usare come tramite per parlare dei fatti propri con gli amici più o meno intimi, ma che nulla hanno a che vedere con la discussione politica che ci si attenderebbe da posizioni di partito. Leggere post o vedere foto personali sul sito che si definisce forum ufficiale del partito credo che sia una aberrazione e che sarebbe indispensabile che gli amministratori, su indicazione della segreteria nazionale, intervenissero per fermare questa assurda proliferazione. Sarebbe così più facile leggere le posizioni ufficiali del partito, ovviamente rispettando eventuali manifestazioni di dissenso rispetto alla linea politica decisa in sede congressuale ed espressa nel programma presentato alle elezioni.

Nel corso dei 34 giorni appena trascorsi dicevo c’è stata una riunione della direzione del Partito. I temi affrontati sono stati la rimozione del segretario organizzativo per non avere presentato le liste in Abruzzo, una breve analisi dei risultati ottenuti, ed una lunga discussione sulla necessità di organizzare la Segreteria, cosa assolutamente commendevole se ci fosse una linea politica definita da perseguire. La riorganizzazione proposta ed approvata in maniera quanto meno informale, si è infranta dopo poche ore, con le dimissioni di alcuni membri neo eletti.

Dopo di che solo l’assordante silenzio in un momento in cui far sentire con autorevolezza la voce del partito sarebbe stato necessario; è come se in questi giorni il sistema politico fosse stato ibernato per i repubblicani. Non essere in Parlamento non vuol dire che le nostre idee non esistono più e siano da rimandare alla prossima tornata elettorale. Sembra che ci sia una certa reticenza da parte dei di rigenti del Partito a livello nazionale e locale, come se fosse scattato un meccanismo di pudore nell’esprimere le proprie idee.

C’è stata nei giorni scorsi una convocazione della Direzione, poi rinviata alla mattina prima della riunione del Consiglio Nazionale, per discutere su un documento invocante la convocazione di un Congresso Straordinario a firma di soggetti non rappresentativi, richiesta a mio sommesso avviso irricevibile e che forse serviva solo per risolvere piccole beghe interne. Solo la presa di posizione di Valbonesi commentata da me, da Riccardo Bruno, da Saverio Collura e da qualche altro, ha rotto il silenzio. Devo infine registrare con stupore che oggi il vituperato Verdini, ha espresso con lucidità quello che molti repubblicani avrebbero voluto sentire dalla voce del Segretario del Partito; l’antica militanza repubblicana ha fatto esprimere al politico errante Verdini concetti a noi propri.

Riprendiamoci lo spazio che naturalmente ci spetta. Linea politica chiara, riorganizzazione del partito, polso fermo.

Giuseppe Moesch

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...